Piante

M050 - Myrtus communis - Mirto

Arbusto alto fino a mt. 4, sempreverde, aromatico, con tronchi rossastri e corteccia che, invecchiando, cade a scaglie. Foglie opposte, coriacee, lamina ovato-lanceolata a margine intero, verde lucente, lunge 2-4 cm. Frutto: bacca di 10-15 mm. nero-blu a maturità con numerosi (6-!2) semi duri e reniformi. Fiori isolati all’ascella delle foglie con lungo peduncolo, bianchi con 5 petali e numerosi stami, diametro fino a 3 cm.
Questa pianta è presente in: Flora mediterranea, Recupero ambientale - Dissesto idrogeologico
Denominazione
Sardo:-Murta,multha
Origine
Autoctono
Fioritura
Ecologia
Posizioni soleggiate o a mezzombra nelle macchie, boschi e radure, sul lato in ombra delle siepi, su suoli da acidi fino a neutri, non ama il calcare.
Uso
I rami flessibili in cestineria, le foglie per aromatizzare i cibi avvolgendoveli ben caldi dopo la cottura, dalle bacche infusi e decotti per espettoranti o liquori.
Osservazioni
Pianta cara alla mitologia .
Consigli
Consigli colturali:-
Esposizione:- sole o mezzombra
Substrato:-da acido a neutro.
Irrigazione:-Costante
Concimazioni:-leggere.
Altro:-