Recupero ambientale

DISSESTO IDROGEOLOGICO
visualizza piante: cave | scarpate | consolidamento del suolo | tutte
piante : 77
pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8

T013 - Tamarix pentandra Rosea - Tamerice rosa

In presenza di una falda molto superficiale appena un po' meno salata dell'acqua di mare, i Tamerici sono senza ombra di dubbio i cespugli-alberi più presenti nelle nostre zone umide.

T011 - Tamarix africana - Tamericio maggiore, tamerice africana

In presenza di una falda molto superficiale appena un po' meno salata dell'acqua di mare, i Tamerici sono senza ombra di dubbio i cespugli-alberi più presenti nelle nostre zone umide. Frugali e assolutamente indistruttibili ( Il famoso albero del Tenerè, deserto sabbioso africano, è un tamerice) sono i primi vegetali a sollevarsi oltre il metro di altezza in presenza di acque salmastre o no affioranti

T012 - Tamarix gallica - Tamericio comune

In presenza di una falda molto superficiale appena un po' meno salata dell'acqua di mare, i Tamerici sono senza ombra di dubbio i cespugli-alberi più presenti nelle nostre zone umide. Frugali e assolutamente indistruttibili ( Il famoso albero del Tenerè, deserto sabbioso africano, è un tamerice) sono i primi vegetali a sollevarsi oltre il metro di altezza in presenza di acque salmastre o no affioranti

T080 - Typha latifoglia - Falasco

V020 - Vinca sardoa - Pervinca di Sardegna

Una tapezzante dai bei fiori In primavera, lungo i sentieri delimitati dai muretti a secco e dalle siepi di mirto, fillirea e corbezzolo, i fiori azzurri di questa volubile amante del fresco e della penombra accentuano il verde brillante di questa stagione

V040 - Vitex agnus-castus L - Agnocasto, pepe dei frati

Questo cespuglio dalle cime ricadenti si trova di solito in esemplari isolati alle foci dei torrenti e le sue squillanti fioriture si riempiono in estate di una moltitudine di insetti bottinatori.

V50 - Vitis Vinifera L. subsp. sylvestris Gmelin -Masch. - Vite selvatica maschio

- I nostri vivai, da anni propagano questa subspecie da esemplari del monte Linas, anche perchè ha una caratteristica importante dal punto di vista ornamentale : è dioica cioè i due generi sono portati su individui distinti, il che vuol dire che, coltivando piante maschili avremo la possibilità di costruire pergolati che non perdano fastidiosi acini a maturazione nè richiamino gli uccelli, con le note conseguenze. Ovviamente abbiamo anche le piante femminili che proponiamo nelle siepi naturali, per il loro contributo in alimento alla fauna selvatica.
pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8